Pubblicato il Lascia un commento

COS’E’ IL DIGITAL MARKETING

#danieleascenzidigitalentrepreneur, #entrepreneur, #entrepreneurship, #events, #fashion, #italia, #italy, #leader, #leadership, #lombardy, #milan, #mlm, #motivazione, #networkmarketing, #nofear, #nwm, #digitalmarketing
#danieleascenzidigitalentrepreneur, #entrepreneur, #entrepreneurship, #events, #fashion, #italia, #italy, #leader, #leadership, #lombardy, #milan, #mlm, #motivazione, #networkmarketing, #nofear, #nwm, #digitalmarketing

L’altro giorno sono stato contattato da un prospect e mi ha detto le seguenti parole:

“Daniele, scusa, ma ho molta confusione in testa sulla differenza tra  DIGITAL MARKETING , NETWORK MARKETING e SOCIAL MEDIA MARKETING”.

Siccome non è la prima persona che mi ha fatto questa osservazione, ho deciso di scrivere questo articolo, con lo scopo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento.

Partiamo dalla definizione di MARKETING.

Per semplificare posso dire che è un processo composto da 3 fasi:

PUBBLICITA’: è lo step iniziale che serve all’imprenditore per farsi “notare” da un pubblico nuovo, possibilmente pronto a comprare i suoi prodotti o servizi. Ci sono diversi modi di fare pubblicità, ma non li approfondirò in questo articolo.

 

COMUNICAZIONE: una volta ottenuta una “platea”, questa fase consiste nel lanciare un messaggio chiaro sul perchè un cliente dovrebbe scegliere i tuoi prodotti o servizi. Anche qui ci sono diversi modi di comunicare il proprio messaggio, ma andiamo avanti…

 

VENDITA: è la parte finale del processo. NON ESISTE MARKETING SENZA VENDITA! Lo scopo di un bravo marketer è poi quello di “fidelizzare” il cliente e trasformarlo in un cliente ripetuto oppure un affiliato che diventi un ambasciatore dei tuoi prodotti o servizi.

 

Queste tre fasi devono lavorare in sinergia…Un imprenditore può fare un’ottima pubblicità, ma se non riesce a comunicare, non potrà mai vendere.

Oppure potrebbe essere un ottimo comunicatore, ma se non riesce a portare il suo messaggio all’esterno non otterrà alcun risultato.

 

Ora che ho definito il concetto di MARKETING, sarà più facile andare a definire anche i tre termini dei quali ho parlato all’inizio dell’articolo.

DIGITAL MARKETING vuol dire semplicemente fare marketing utilizzando strumenti digitali, come smartphone, pc, tablet etc etc…Ovviamente con l’arrivo di internet il modo di fare impresa si è evoluto e la “digitalizzazione” del business è la naturale conseguenza di ciò.

 

IL NETWORK MARKETING innanzitutto è UN MODELLO DI BUSINESS adottato da molte aziende per promuovere i propri prodotti o servizi attraverso il “passaparola” e vuol dire fare marketing all’interno di una “rete” di contatti che è stata creata da te e/o dai tuoi collaboratori. 

 

Infine, il SOCIAL MEDIA MARKETING vuol dire fare marketing utilizzando i vari canali social (Facebook, Instagram, Youtube, Linkedin etc etc…)

 

Come ho scritto prima, ci sono diversi strumenti e tecniche per svolgere questi tre modi di fare MARKETING e se vuoi approfondire il discorso, allora prenota una consulenza con me cliccando il bottone sopra o sotto questo articolo.

 

A presto

Daniele

 

Pubblicato il Lascia un commento

LA PROCRASTINAZIONE

#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #procrastinare #procrastination #tempoperso #weistedtime #today #nottomorrow
#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #procrastinare #procrastination #tempoperso #weistedtime #today #nottomorrow

“Ma sì, lo faccio domani…”

Quante volte abbiamo detto questa frase? 

Il problema è che poi DOMANI diventa MAI!

La PROCRASTINAZIONE è una nemica per ogni imprenditore, perchè

lo allontana dal successo.

Ogni giorno perso è un giorno in più di distanza dal raggiungimento dei propri risultati.

Il periodo dell’anno nel quale la procrastinazione raggiunge il picco massimo nella vita delle persone è proprio d’estate.

Se ci pensi bene, OGNI attività viene sistematicamente rinviata a Settembre (es. palestra, dieta, attività imprenditoriale etc etc), come se posticipare di 30 giorni giovasse agli affari…

Questo modo di pensare potrebbe andar bene per un dipendente tradizionale, che, giustamente, arrivato Agosto, vuole godersi le tanto meritate e sudate ferie accumulate!

Il discorso cambia per l’imprenditore, soprattutto se vuole promuovere la sua attività ONLINE, ed ora ti spiego perché…

Come dico sempre io: 

“SE VUOI QUALCOSA CHE NON HAI MAI AVUTO, DEVI FARE QUALCOSA CHE NON HAI MAI FATTO!”  

Cit. Thomas Jefferson

 

Ebbene sì, è proprio così!

Non ci crederai, ma il mese migliore per lavorare per un imprenditore “digitale” è proprio Agosto!

Analizziamo insieme…

Durante le ferie le persone sono più rilassate, non devono tenere il ritmo frenetico che normalmente  le attanaglia e non le fa neanche respirare!

Le persone hanno quindi più tempo per leggere ad esempio…ed indovina un po’ cosa fanno di più rispetto al resto dell’anno?!

PASSANO PIU’ TEMPO SUI SOCIAL!!!

Quindi, immagina quanto questo fattore sia potente per te! 

La maggior parte della concorrenza ad Agosto “chiude i battenti”  e riprende a Settembre, quindi, se promuovi la tua attività in questo periodo ottieni un doppio vantaggio:

1 – LA TUA PUBBLICITA’ E’ PIU’ PERFORMANTE: a parità di costi ottieni più visibilità, in quanto le persone hanno, come ho scritto prima, più tempo per leggere i tuoi annunci e comprendere meglio il messaggio che vuoi lanciare.

2 – HAI MENO CONCORRENZA: la maggior parte dei tuoi competitors “si riposa”, facendoti aumentare la possibilità di trovare clienti, proprio perché ti distingueresti dalla massa! 

L’ho capito sulla mia pelle, perché in passato facevo lo stesso errore della maggior parte degli imprenditori…dicevo sempre “a Settembre faccio la promo”…ed era in quel preciso istante che perdevo terreno e la concorrenza (che saggiamente si faceva conoscere, magari anche dai miei clienti) mi batteva sul tempo e attirava a se tanti contatti!

In conclusione il mio consiglio per te è di non fare lo stesso errore, distinguiti dalla massa e PROMUOVITI!!!

Se vuoi sapere come fare clicca il bottone sopra o sotto questo articolo e fissa una strategy call con me!!!

A presto

Pubblicato il Lascia un commento

BUSINESS ONLINE O TRADIZIONALE?

#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #onlinebusiness #vs #versus # traditionalbusiness
#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #onlinebusiness #vs #versus # traditionalbusiness

“E’ meglio avviare un business tradizionale, oppure online?”

Ho sentito spesso, da parte di investitori, fare questa domanda…soprattutto nell’ultimo periodo.

Per rispondere a questo quesito è doveroso effettuare un’analisi dettagliata sulle due tipologie di business, e per farlo ho deciso di prendere come esempio per la prima categoria un RISTORANTE e per la seconda un SITO E-COMMERCE e come Paese di riferimento, ovviamente, l’Italia.

Poniamo il caso, quindi, che si voglia avviare un ristorante:

La prima cosa di cui si ha bisogno è trovare una location che sia facilmente accessibile, su una strada di forte passaggio e che abbia un ampio parcheggio per ospitare le macchine dei clienti.

Questa prima necessità richiederebbe già del tempo: si dovrebbe girare nei vari paesi, studiare il territorio, vedere se ci sono altri ristoranti nei dintorni etc etc…

Una volta trovata la location giusta si ha bisogno dei permessi comunali (a meno che non si rilevi un ristorante già avviato) ed anche in questo caso i tempi sono biblici, tra le scartoffie da compilare e i vari sopralluoghi e visite ispettive da parte delle autorità competenti.

Superato lo scoglio iniziale dei permessi, si passa alla prima QUOTA che un imprenditore deve affrontare…quella di AVVIAMENTO.

Questa prevede tutto quello che serve per partire e, nel caso del ristorante potrebbe comprendere: opere murarie, impianti vari a norma, cucina, pentole e attrezzatura per preparare le pietanze, piatti, tavoli, tovaglie, posate etc etc..In pratica, una somma a dir poco sostanziosa.

Dopo aver avviato l’attività, l’imprenditore deve spendere la seconda QUOTA…quella di ESERCIZIO.

Essa prevede, sempre nel caso del ristorante, il cibo che dovrà essere preparato dagli chef e dai cuochi del ristorante, oppure il vino per riempire la cantina, l’acqua e così via…

La terza ed ultima QUOTA che si dovrebbe affrontare, nel business tradizionale, è quella di MANTENIMENTO, che prevede le spese fisse, come l’affitto (a meno che l’immobile sia di proprietà), i dipendenti, le utenze, l’approvvigionamento del cibo etc etc…

Infine, che a parer mio è la “QUOTA” più importante di tutte da mettere sul piatto, c’è il TEMPO che l’imprenditore deve dedicare alla conduzione e gestione della sua attività!

Ora andiamo ad analizzare un business ONLINE, come ad esempio avviare un proprio sito e-commerce:

In questo caso la “musica” cambia…

Innanzitutto non servirebbe una location per cominciare, ma solo uno “spazio sul web”, un pc  e una connessione ad internet!

Il che richiederebbe solo pochi minuti e una QUOTA di AVVIAMENTO veramente irrisoria!

Successivamente bisognerebbe scegliere un mercato nel quale operare per poter realizzare il proprio sito e-commerce (a meno che non si decida di “affiliarsi” ad un’altra azienda che ce lo fornirebbe).

Nel primo caso le tempistiche si allungherebbero, mentre nel secondo si parla di un DONE FOR YOU (fatto per te).

In entrambi i casi bisognerebbe passare per una quota di AVVIAMENTO, che può prevedere l’acquisto di prodotti da promuovere online (sia fisici che digitali), le piattaforme per svolgere l’attività, l’attrezzatura “accessoria” per produrre contenuti (camera, microfono, cuffie…)

La terza ed ultima quota è quella di MANTENIMENTO, che può prevedere gli abbonamenti mensili alle varie piattaforme di lavoro, la connessione ad internet e poco altro…

Ad ogni modo, le spese che un imprenditore “digitale” deve affrontare saranno sempre più basse di quelle di un imprenditore  “tradizionale”.

Infine, soprattutto per alcuni tipo di business online, NON E’ NECESSARIA LA PRESENZA del titolare, il quale potrebbe utilizzare il tempo che risparmia in altre attività, o, se preferisce, per passare più tempo con la propria famiglia.

 

Se sei alla ricerca di un business online, ho due o tre soluzioni da proporti!

Non ti resta altro che cliccare sul bottone sopra o sotto all’articolo e prenotare una consulenza gratuita con me…

Scopriamo insieme cosa potrebbe fare al caso tuo!

Pubblicato il Lascia un commento

LA LEADERSHIP

#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #leadership
#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #leadership

Che cos’è la LEADERSHIP?

Beh, potrebbe essere descritta in svariati modi, ma a me piace definirla come quello STATUS DI ESEMPIO DA SEGUIRE, che viene attribuito dalla società ad un individuo (o un animale).

Un aspetto che voglio sottolineare è che la LEADERSHIP NON SI PRENDE, MA SI OTTIENE!

Spesso, durante le mie esperienze lavorative, ho conosciuto diversi titolari che si credevano, appunto, dei leaders, ma venivano considerati dei “CAPI” dai loro dipendenti…Il che è completamente differente!

Ci sono alcune persone, invece, che non hanno un carattere abbastanza forte per mantenere (oppure ottenere) la leadership…

E, come ho avuto modo di constatare di persona, anziché prenderne consapevolezza, avevano cercato di imporsi, distruggendo il gruppo di lavoro e creando un ambiente “ostile”intorno a loro.

Qual’è stato il risultato?

Molti sono scappati a gambe levate e, i pochi che erano rimasti, lavoravano male e si lamentavano continuamente!

Ci sono alcuni segnali evidenti per capire se un individuo è predisposto oppure no alla leadership:

1- Il vero leader, soprattutto quando si tratta di un team di lavoro, è il primo/a mettersi in gioco, a dare l’esempio ai membri della squadra.

2- Il vero leader NON si erge sopra gli altri e NON impone la sua “supremazia”, anzi si “abbassa” al livello dei suoi “sottoposti”e ascolta, se sono giusti, anche i loro consigli.

3- Il vero leader ha anche la forza di delegare lavori importanti ad altri membri della squadra 

4- Il vero leader è in grado di tenere compatto ed unito il team, perché solo creando un ambiente di lavoro positivo le persone sono più performanti 

5- Il vero leader è in grado di comunicare efficacemente con i membri del suo team e riesce a spronarli, enfatizzando i punti forti di ognuno di essi

Molti dicono che leader si nasce…ed, in parte, sono d’accordo.

Posso dire che ho conosciuto tanti leaders, ad esempio, durante la mia carriera sportiva ed anche in quella di marketer…

Una caratteristica che li accomuna tutti è l’UMILTA’ nel porsi di fronte alle persone…Nonostante siano consapevoli della loro posizione di leaders, hanno sempre mantenuto un atteggiamento positivo ed amichevole nei confronti degli altri.

Posso dirti che la LEADERSHIP, se sei una persona che ce l’ha, ma ancora non ne sei consapevole, si può “tirare fuori”!

Ovviamente non posso dirti come farlo in questo articolo, perché richiederebbe troppo tempo e troppe parole…

Se ti interessa approfondire il discorso, invece, clicca il bottone sopra o sotto questo articolo, prenota una consulenza strategica e scopriamo insieme il LEADER CHE E’ IN TE!!!!

A presto