Pubblicato il Lascia un commento

LA LEADERSHIP

#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #leadership
#danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #business #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #leadership

Che cos’è la LEADERSHIP?

Beh, potrebbe essere descritta in svariati modi, ma a me piace definirla come quello STATUS DI ESEMPIO DA SEGUIRE, che viene attribuito dalla società ad un individuo (o un animale).

Un aspetto che voglio sottolineare è che la LEADERSHIP NON SI PRENDE, MA SI OTTIENE!

Spesso, durante le mie esperienze lavorative, ho conosciuto diversi titolari che si credevano, appunto, dei leaders, ma venivano considerati dei “CAPI” dai loro dipendenti…Il che è completamente differente!

Ci sono alcune persone, invece, che non hanno un carattere abbastanza forte per mantenere (oppure ottenere) la leadership…

E, come ho avuto modo di constatare di persona, anziché prenderne consapevolezza, avevano cercato di imporsi, distruggendo il gruppo di lavoro e creando un ambiente “ostile”intorno a loro.

Qual’è stato il risultato?

Molti sono scappati a gambe levate e, i pochi che erano rimasti, lavoravano male e si lamentavano continuamente!

Ci sono alcuni segnali evidenti per capire se un individuo è predisposto oppure no alla leadership:

1- Il vero leader, soprattutto quando si tratta di un team di lavoro, è il primo/a mettersi in gioco, a dare l’esempio ai membri della squadra.

2- Il vero leader NON si erge sopra gli altri e NON impone la sua “supremazia”, anzi si “abbassa” al livello dei suoi “sottoposti”e ascolta, se sono giusti, anche i loro consigli.

3- Il vero leader ha anche la forza di delegare lavori importanti ad altri membri della squadra 

4- Il vero leader è in grado di tenere compatto ed unito il team, perché solo creando un ambiente di lavoro positivo le persone sono più performanti 

5- Il vero leader è in grado di comunicare efficacemente con i membri del suo team e riesce a spronarli, enfatizzando i punti forti di ognuno di essi

Molti dicono che leader si nasce…ed, in parte, sono d’accordo.

Posso dire che ho conosciuto tanti leaders, ad esempio, durante la mia carriera sportiva ed anche in quella di marketer…

Una caratteristica che li accomuna tutti è l’UMILTA’ nel porsi di fronte alle persone…Nonostante siano consapevoli della loro posizione di leaders, hanno sempre mantenuto un atteggiamento positivo ed amichevole nei confronti degli altri.

Posso dirti che la LEADERSHIP, se sei una persona che ce l’ha, ma ancora non ne sei consapevole, si può “tirare fuori”!

Ovviamente non posso dirti come farlo in questo articolo, perché richiederebbe troppo tempo e troppe parole…

Se ti interessa approfondire il discorso, invece, clicca il bottone sopra o sotto questo articolo, prenota una consulenza strategica e scopriamo insieme il LEADER CHE E’ IN TE!!!!

A presto

Pubblicato il Lascia un commento

LA PERSEVERANZA

#business #danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #leadership
#business #danieleascenzidigitalentrepreneur #entrepreneur #entrepreneurship #events #italia #italy #lombardy #milan #mlm #motivazione #networkmarketing #nwm #obiettivi #onlinebusiness #leader #leadership

L’altro giorno ho avuto la fortuna di vedere “THE FOUNDER”, il film che parla della storia della catena di fastfood più famosa al mondo….McDonald’s!

Non è mia intenzione spoilerare, ma, di tutto ciò che ho visto e sentito, mi è rimasta impressa una frase che ascoltava Ray Croc da un disco registrato, la quale definiva la PERSEVERANZA.

Mi è piaciuta talmente tanto che ho deciso  di condividerla e di scrivere un articolo sull’argomento.

Ecco quanto citato nel film:

“Niente al Mondo può sostituire la perseveranza…

Nè il talento: cosa c’è di più comune degli uomini di talento che non hanno successo…

Nè il genio: il genio non ricompensato è di fatto un luogo comune…

E neanche l’istruzione: il Mondo è pieno di cretini istruiti!

Soltanto la PERSEVERANZA e la determinazione sono onnipotenti: dimostra che mai niente ti potrà sconfiggere e puoi raggiungere la serenità, una salute migliore ed un incessante flusso di energia!

Se ti prefiggerai ogni singolo giorno il raggiungimento dei tuoi obiettivi i risultati non tarderanno a manifestarsi in maniera evidente!

Anche se può sembrarti una formula magica, è dentro di te che costruisci il tuo futuro!

LA PIU’ GRANDE SCOPERTA DELLA MIA GENERAZIONE E’ CHE GLI ESSERI UMANI POSSONO CAMBIARE LA LORO VITA CAMBIANDO IL LORO ATTEGGIAMENTO MENTALE!”

Cit. Film “THE FOUNDER”

Ora andiamo ad analizzare questa splendida definizione di perseveranza….

La prima azione che una persona deve fare in assoluto è quella di porsi degli obiettivi (ho già scritto un articolo in precedenza sull’argomento).

Senza una meta da raggiungere tutta la frase sopra citata NON ha alcun senso!

Prendiamo, ad esempio, il talento…

Molte persone possono averlo già innato ed altre acquisirlo nel tempo attraverso la pratica.

Nel primo caso sarebbe una dote sprecata se non venisse utilizzato, insieme alla perseveranza, per raggiungere gli obiettivi prefissati (un risultato sportivo, un livello di carriera lavorativa etc etc…)

Nel secondo caso, invece, la persona dovrebbe perseverare con la pratica, al fine di affinare il talento e raggiungere, così, i propri obiettivi.

Nell’esempio del genio il discorso è un pò più complesso e profondo…

Spesso questo “appellativo” viene dato alle persone che magari hanno avuto un’idea brillante, alla quale  altri non hanno pensato e che ha portato dei risultati incredibili alla persona che ha realizzato quell’idea.

In questo caso la perseveranza potrebbe essere utile qualora quella intuizione necessitasse di tempi più lunghi per portare dei risultati.

Oppure, a volte, sentiamo dire la frase: “E’ un genio incompreso”

In realtà non è proprio così, perché quella persona ha delle doti, ma, anche in questo caso, dovrebbe perseverare nella ricerca fino a trovare il modo di sfruttarle al massimo e trarne vantaggio!

Per quanto riguarda l’istruzione, infine, potrei stare qui un giorno intero a parlarne.

Durante la mia vita ho incontrato persone di ogni livello di studi, le quali hanno avuto successo nella vita.

Ho conosciuto persone con il diploma di terza media costruire un impero e medici che hanno aperto la propria clinica privata o fatto carriera in ambito sanitario.

Anche qui, in entrambi, c’è una cosa che li accomuna…e indovina cos’è?

La PERSEVERANZA!

Nel primo caso, nonostante il livello di istruzione (non voglio mancare di rispetto a nessuno ovviamente, anzi tanto di cappello…) le persone hanno trovato uno scopo e hanno perseverato fino al raggiungimento di esso!

Nel secondo caso, invece, le persone hanno dovuto perseverare negli studi (a volta anche 10 anni), per conseguire il dottorato e ottenere il premio!

Ti posso garantire che, come hai letto nella frase che ho citato prima, la PERSEVERANZA è veramente un’alleata potentissima!

Se non l’avessi accolta nella mia vita, ora non sarei arrivato dove sono!

Però devo essere sincero, ho avuto anche alcune persone al mio fianco che mi hanno aiutato in alcuni momenti a non perdere la “retta via” e mi hanno spronato a continuare a perseverare…

La questione cruciale non è tanto il tuo obiettivo, ma L’ATTEGGIAMENTO MENTALE che hai verso il raggiungimento di esso!

Spesso le persone confondono la RESILIENZA con la PERSEVERANZA…

In effetti possono avvicinarsi molto come concetto, ma la prima può essere definita come la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà.

Mentre per la seconda non è necessario che avvenga qualcosa di negativo, ma consiste nella capacità di perpetrare nel fare una determinata azione, fino al raggiungimento di un obiettivo!

Il consiglio che posso darti, quindi, è quello di pensare al tuo “perchè”, al tuo scopo e scegliere come compagne di “viaggio” la PERSEVERANZA e la DETERMINAZIONE e vedrai che i risultati, come giustamente detto nella frase citata sopra, arriveranno in men che non si dica!

Per oggi è tutto,

Al prossimo articolo

Ciao

Pubblicato il Lascia un commento

LA PAURA

#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #fear #nofear #paura
#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #fear #nofear #paura

Lo so, è un titolo un po’ forte per un articolo, perché la paura spesso viene associata ad uno stato psico-fisico negativo, a qualcosa da evitare a tutti i costi…

Per molti potrebbe sembrare così, ma….perchè c’è sempre un ma…

E’ un argomento che va affrontato ed analizzato in maniera profonda, in modo da rendere la “paura” uno strumento a nostro vantaggio, per migliorarci ed evolverci sia nella sfera privata che lavorativa.

Se andiamo ad analizzare a fondo si possono scoprire degli aspetti interessanti riguardo a questo “stato d’animo”.

Per farlo bisogna fare un tuffo nel passato, molto, ma molto indietro…ai tempi della preistoria!

In quel periodo l’uomo non aveva tutti gli strumenti ed armi per difendersi dagli attacchi di predatori, quindi come ha fatto a sopravvivere?

Non ci crederai, ma in buonissima parte grazie proprio alla PAURA!

Ad esempio la paura di essere mangiato o di non potersi procurare il cibo per nutrirsi…

Tutto ciò accade perché quando proviamo questa forte e profonda sensazione, si innescano dei meccanismi, spesso anche inconsci, che alterano il nostro stato e i nostri sensi.

E’ un istinto primordiale, che NON si è mai modificato nel tempo.

Ora, come si può usare la paura a nostro vantaggio?

 

Innanzitutto, prima di capire come fare, bisogna cambiare completamente il proprio mindset, l’approccio a questo stato d’animo!

Quando ci sono momenti di paura, possiamo, sostanzialmente, comportarci in due modi:

  • BLOCCARCI perché il nostro cervello va in tilt e la nostra mente non riesce ad elaborare una soluzione a questo problema. Poi subentrano altri aspetti psico-fisici, come la comparsa di ansia, di panico, tachicardia etc etc…Questo è un approccio negativo, da “PREDA” e il risultato al quale porta tutto ciò e uno solo…essere mangiati!
  • MUOVERCI perché il nostro istinto di sopravvivenza prevale su tutto e attiva i nostri sensi. La concentrazione aumenta, la vista si acutizza, così come l’udito, il livello di adrenalina nel nostro corpo sale e diventiamo più reattivi! Questo è decisamente un approccio vincente, da “PREDATORE” ed il risultato porta solo ad una conclusione…sopravvivere!

In sostanza, sia nella vita privata, sia in quella lavorativa (soprattutto per un marketer) bisogna affrontare la paura nel modo giusto…è l’atteggiamento che noi abbiamo a decidere se essa influenzerà i nostri comportamenti positivamente oppure no.

Se si ha paura di perdere il lavoro, ad esempio, non bisogna farsi prendere dall’ansia, perché si rifletterebbe sulla nostra vita e su chi ci circonda (mentalità da “preda”).

Stesso discorso vale per un marketer.

Se avesse paura a proporre i propri prodotti o servizi, il potenziale cliente lo percepirebbe e sarebbe restio nel comprare.

In questo caso il marketer dovrebbe analizzare la situazione e capire cosa gli mette paura, quali sono i suoi “punti deboli”, in modo da trovare il suo “piano b”.

Anche qui si apre un mondo e ci sono correnti di pensiero differenti.

C’è chi dice di evitare gli ostacoli cercando un’altra strada e chi dice di affrontarli, per proseguire per la propria strada.

Io personalmente sono a favore della seconda opzione, anche perché la vita è una ruota che gira e, prima o poi, quegli ostacoli mi si potrebbero ripresentare alla porta e non avere altra alternativa se non affrontarli.

Nella mia precedente carriera sportiva di arciere ho avuto momenti difficili, soprattutto durante competizioni importanti, come campionati italiani e mondiali.

Nella mia mente c’era sempre il pensiero: “e se sbaglio?” 

Ricorderò sempre le parole che usò un preparatore della nazionale italiana che ai tempi ci stava seguendo.

Quella frase cambiò il mio modo di affrontare proprio la paura e le parole furono:

“Ricordati, la tua non è paura di sbagliare, ma di vincere!”

Per me è stata una rivelazione, perché quelle parole hanno cambiato completamente il mio mindset!

Non ho più pensato all’errore, ma ero focalizzato sulla vittoria…

Esiste anche un pensiero, che per molti può essere condiviso e per altri no, che rivela che ci sia una “legge dell’attrazione” tale per cui, se pensiamo intensamente che accada qualcosa, sistematicamente e tutti i giorni, quella cosa cosa prima o poi arriverà a noi!

Quindi, secondo questa teoria, se noi dovessimo costantemente avere paura, attireremmo solo negatività, che si ripercuoterà sulle nostre azioni ed, infine, sulle nostre vite!

In conclusione la PAURA può essere una potente alleata, ma allo stesso tempo una temibile avversaria, tutto dipende da come la si utilizza!

Quindi bisogna usare la paura come SPRONO, come leva motivazionale per AGIRE!

Sii predatore e vedrai che anche nei momenti più duri riuscirai a cavartela.

Per oggi è tutto!

Se desideri avere una consulenza gratuita e conoscere il tuo piano B clicca il bottone in alto o in basso a questo articolo!

Ciao

 

Pubblicato il Lascia un commento

IL CAMBIAMENTO

#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #fear #nofear #paura
#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #fear #nofear #paura

Mai come oggi tutti noi stiamo subendo un CAMBIAMENTO così significativo delle nostre vite sia lavorative che private.

Spesso questo fenomeno può creare, nella mente di alcune persone, un forte stress, perché la modifica della propria routine viene percepita come un elemento negativo, come qualcosa di “scomodo” e, quindi, si innescano dei comportamenti inconsci che tendono a riportarci allo stato iniziale.

Ad esempio, quando subiamo un infortunio oppure un intervento chirurgico importante, il nostro sistema tonico/posturale tende a farci assumere una postura diversa da quella fisiologica, per farci percepire meno dolore possibile…una sorta di “meccanismo di difesa”.

Il problema avviene dopo un pò di tempo, quando il trauma si è assorbito del tutto, perché ormai il nostro cervello ha memorizzato la postura assunta come la più antalgica e, se proviamo a correggerla, partono dei segnali nervosi che tendono a farci tornare in “protezione”.

La stessa dinamica, ovviamente non a livello muscolare/posturale, avviene quando cambiamo la nostra routine di vita giornaliera, solo che in questo caso il “trauma” avviene a livello mentale.

Ma come possiamo affrontare questo cambiamento nel migliore dei modi, senza creare “stress” a noi stessi ?

Per farlo avremmo bisogno di un sistema, un processo che ci possa dare una mano in questo momento di svolta.

 

Il primo step da fare è prendere CONSAPEVOLEZZA del cambiamento…

Lo so, sembra strano che io lo scriva, ma è uno passaggio estremamente importante che ci può aiutare ad avere una visione più chiara della situazione che ci circonda.

Essere consapevoli di come è cambiata la nostra vita è utile per capire quali strade dobbiamo intraprendere per rendere la situazione il più profittevole per noi!

 

Una volta che si ha una visione chiara, lo step successivo è quello di lavorare sul proprio MINDSET.

Bisogna essere forti e leggere il cambiamento non come qualcosa di negativo, ma come un’OPPORTUNITA’!

Ad esempio, ora che siamo a casa per colpa del coronavirus, abbiamo più tempo da dedicare alla nostra famiglia, tempo per prenderci cura anche di noi stessi, cosa che prima non potevamo fare.

E a livello lavorativo? 

Anche in questo caso avremmo la possibilità di trovare il piano B, lavorando, come faccio io, ONLINE!

Al giorno d’oggi abbiamo una potente alleata per farlo, la tecnologia!

Come potete notare, se si ha il mindset giusto, si può affrontare il cambiamento nella maniera più positiva e profittevole, ma dipende solo ed esclusivamente da noi!

 

Il terzo step per affrontare al meglio il cambiamento è scegliere la STRADA migliore, quella che abbiamo reputato più adatta in base alle nostre capacità e personalità.

A volte questa fase può risultare difficile, perché comporta un “adattamento” e, quindi, il cambio della nostra routine!

Il consiglio che posso dare è quello di trovare, qualora non si fosse in grado nei primi momenti, un modello da seguire, una guida che ci possa aiutare nei primi passi!

 

Una volta che avremo una visione chiara, cambiato il nostro mindset e scelto la strada da percorrere per trasformare il cambiamento in una opportunità, ci serviranno gli STRUMENTI giusti per farlo.

Per la sfera privata non è poi così difficile, in quanto non bisogna fare praticamente nulla, se non godersi il tempo libero che si ha a disposizione!

Per quando riguarda il lavoro, invece, ci sono tanti corsi disponibili su come avviare un’attività online o su come proseguire il proprio business sul web.

Siamo arrivati, quindi, allo step finale del processo.

 

L’ultimo elemento di cui avremo bisogno è una PIANIFICAZIONE delle azioni che dovremo compiere giornalmente.

Dobbiamo resettare, quindi, la nostra routine e riprogrammare la giornata in base alle nuove disponibilità.

Potrei introdurre il concetto di TIMING (gestione del tempo), ma non ne parlerò qui, perché ho preparato un webinar nel quale affronterò anche questo argomento, la registrazione del video  sarà disponibile da martedì prossimo sui vari canali social.

Per oggi è tutto, ci vediamo presto per un nuovo articolo!

Abbracciate il cambiamento e usatelo come opportunità per cambiare la vostra vita!

Se avete bisogno di una consulenza gratuita  e capire come avviare un’attività online di successo, cliccate il bottone sopra o sotto questo articolo e fissate un appuntamento!

A presto

Pubblicato il Lascia un commento

COSTRUISCI ACQUEDOTTI

#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #aqueduct #acquedotti
#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #aqueduct #acquedotti

Oggi, mentre stavo preparando le slides per una lezione sulle STRATEGIE DI MARKETING , ho capito più in profondità l’importanza dell’argomento e sul perché, al giorno d’oggi, è importante adottare delle strategie che ti possano aiutare a promuovere il tuo business ONLINE.

Quando ho iniziato la mia prima esperienza imprenditoriale, ho basato la promozione del mio business unicamente su una STRATEGIA GRATUITA…e cioè sul passaparola, il che non è del tutto sbagliato…anzi…

Questo modo di promuovere la propria attività si basa sul fornire un servizio di qualità ai tuoi clienti, i quali, soddisfatti, non fanno altro che parlare bene di te ai loro contatti, i quali, a loro volta, verranno a provare i tuoi prodotti o servizi e continueranno a “passare il testimone”.

Se andiamo ad analizzare a fondo questo metodo possiamo trovare sicuramente alcuni vantaggi:

Innanzitutto  è GRATUITO ed è un metodo che tutti quanti noi abbiamo utilizzato almeno una volta nella nostra vita…Quante volte abbiamo parlato bene di un ristorante, di un libro o di un film?

E’ EFFICACE, perché l’essere umano spesso ha bisogno di una “prova sociale” prima di prendere una decisione, soprattutto se deve spendere del denaro.

Ad esempio, se bisogna comprare qualcosa su una piattaforma E-commerce (senza fare nomi) la prima cosa che si legge sono le recensioni di quel prodotto o servizio, quindi il “passaparola” di coloro che lo hanno già acquistato.

NON RICHIEDE TEMPO da parte nostra, in quanto non sono necessarie nozioni da imparare, tecniche da studiare, perché se ne “occupano” i clienti per te.

Tutti aspetti positivi e che possono andare bene per un’attività “tradizionale” e locale, ma il discorso cambia quando si tratta di un business ONLINE, nazionale e/o, per i più intraprendenti, internazionale!

Quando ho iniziato la mia carriera come imprenditore digitale ho scoperto un mondo nuovo, a me completamente sconosciuto!

I primi tempi ho cercato di replicare il modello di promozione che ho utilizzato nella mia prima attività e, all’inizio, andava tutto alla grande.

Trascorso il primo anno nel nuovo settore, la situazione si è stabilizzata e  con essa anche il business.

E’ stato in quel momento che ho conosciuto il mondo del MARKETING ONLINE, anch’esso per me completamente sconosciuto.

Ho iniziato a documentarmi su come poter promuovere a nuovi potenziali clienti i miei prodotti e servizi e ho capito che, per avere successo, avrei dovuto evolvermi e stare al passo coi tempi!

Così, dopo due anni di studi in Italia ed all’estero, ho iniziato ad utilizzare STRATEGIE A PAGAMENTO, in particolare su Facebook che ad oggi è il social network più utilizzato al Mondo (probabilmente anche per i prossimi due/tre anni).

Se andiamo ad analizzare queste tipologie di strategie, possiamo notare che non si differenziano molto da quelle gratuite, se non per il fatto che bisogna pagare per usufruirne ed investire del tempo iniziale per attuarle!

Anch’esse sono EFFICACI, perché, grazie ad una serie di azioni fatte in sequenza e preparate prima, ci danno la possibilità di raggiungere nuovi potenziali clienti in maniera del tutto AUTOMATICA poi! 

Per spiegare meglio il concetto, prendo d’esempio la storia dell’ACQUEDOTTO degli antichi romani.

Per quanto riguarda il mondo del lavoro ci sono due tipologie di persone: 

1 ) Quelle che preferiscono usare dei secchi per trasportare l’acqua alle case (quindi scambiano il loro tempo per un beneficio)

2) Quelle che, invece, preferiscono investire una parte iniziale del loro tempo nel costruire ACQUEDOTTI (quindi creare un sistema che, una volta terminato, porterà benefici senza dover scambiare il proprio tempo)

E il secondo è un approccio di affrontare il business davvero eccelso!

Avremmo più tempo, così, da dedicare ad altri aspetti della nostra attività, alla vita privata oppure alla formazione personale, per acquisire nuove skills e migliorare sempre di più!

Il tempo è il bene più prezioso in assoluto, perché una volta trascorso nessuno potrà mai restituircelo!

Se decidi di avviare un business online le prime strategie che devi utilizzare sono quelle a pagamento, in maniera da farti conoscere, “posizionarti” sul web e, una volta che hai creato il tuo bacino di clientela soddisfatta puoi utilizzare anche le strategie gratuite.

Già solo utilizzando Facebook come strumento di marketing aziendale, si posso attuare tantissime strategie, ma non è questa la sede nella quale spiegarle tutte.

In sostanza se qualcuno oggi dovesse chiedermi se sia meglio utilizzare strategie di marketing gratuite o a pagamento, rispondo che BISOGNA USARLE ENTRAMBE, perché sono complementari tra loro.

La cosa più importante, però…..RICORDATI DI COSTRUIRE I TUOI ACQUEDOTTI!!!

Se desideri ricevere una consulenza gratuita e capire come avviare al meglio un business online clicca il bottone sopra o sotto a questo articolo!

 

A presto

Pubblicato il Lascia un commento

GLI OBIETTIVI

#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #targets #obiettivi #goals
#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #targets #obiettivi #goals

Quando ho iniziato la mia carriera come online marketer, non mi ero reso conto che non avevo una strategia, un obiettivo.

Avevo deciso di iniziare un viaggio nuovo, ma il problema era che non avevo deciso la meta da raggiungere.

Quindi come potevo programmare un “itinerario” se non conoscevo il punto di partenza (beh quello sì) e il punto di arrivo?

Così ho cominciato a riflettere e a cercare qualcuno che mi potesse consigliare su come iniziare con il piede giusto.

Dopo aver vagato allo sbaraglio per diversi mesi ho trovato, in colui che poi è diventato il mio mentore per l’attività online, la guida che stavo cercando!

Il primo consiglio che mi ha dato, se pur semplice, è stato davvero illuminante…

E cioè che dovevo pormi un OBIETTIVO!

Una volta fissato , il secondo consiglio è stato quello di SCRIVERLO su un post it o su un foglio ed appenderlo in bella vista, in maniera tale da poterlo leggere ogni mattina!

Avere una traccia scritta del tuo obiettivo ti aiuta a rimanere concentrato ed ad iniziare la giornata con la mentalità giusta.

In più, studi dicono che dopo 21 giorni consecutivi durante i quali tu esegui la stessa azione, la tua mente la consolida come un’abitudine ed in automatico attivi “l’autopilota”.

Quindi, leggere il tuo obiettivo tutte le mattine fa sì che il tuo scopo rimanga ben fissato in testa e, inconsapevolmente, le azioni che compierai saranno volte a raggiungere quel risultato!  

Il terzo consiglio che ho ricevuto è stato quello di decidere in quanto TEMPO avrei dovuto raggiungere l’obiettivo che mi ero prefissato.

Avendo, quindi, una meta e una tempistica per raggiungerla, ho potuto programmare il mio viaggio e stabilire quale sarebbe stata la mia velocità di crociera.

Devo dire che sono stati tre consigli molto utili, perché mi hanno aiutato ad avere una visuale chiara su ciò che avrei dovuto fare.

Così ho iniziato il percorso che mi ha portato dove sono ora.

Ma non è finita qui, perché durante la mia carriera ho incontrato sulla mia strada anche altre persone che mi hanno dato ulteriori consigli su come gestire il mio tempo.

Quando ti poni un obiettivo molto ambizioso che preveda il tuo impegno per 5/10 anni, ad esempio, non basta attuare i tre consigli che ho scritto prima, ma bisogna dividere il viaggio in più “tappe”.

Poniamo il caso che tu abbia l’obiettivo di guadagnare 50.000 € in un anno e abbia a disposizione 5 anni per ottenere questo risultato:

Il primo ragionamento da fare è che ogni anno tu debba crescere di 10000 € ogni fine stagione.

Il secondo step è dividere il primo anno in 12 mesi, in modo da trovare il tuo guadagno mensile e così via… 

In conclusione tutto questo ragionamento è per dire che, in questo caso, dovresti partire con una “velocità di crociera” iniziale di circa 192 €/settimana e che ogni anno che passa questa deve aumentare della stessa quantità!

Capisci il concetto? 

Così puoi avere il pieno controllo del “viaggio” e hai la possibilità di monitorare costantemente il tuo andamento!

Come ho scritto nel precedente articolo, hai la possibilità di suddividere i tuoi obiettivi in:

BREVE TERMINE: prevede i “primi passi” da compiere nelle prime settimane di attività, fino a 3/6 mesi dall’inizio.

Questo periodo lo possiamo definire di “apprendimento”, nel quale impari e prendi consapevolezza del tuo potenziale.

MEDIO TERMINE: periodo che va dai 3/6 mesi al primo anno di attività.

Qui hai la possibilità di ricalibrare il tuo step successivo, ti rendi conto di come hai condotto la tua attività e se hai rispettato le varie “tappe”.

LUNGO TERMINE: periodo dal secondo anno in poi.

In questa fase hai già accumulato esperienza e ti sei “fatto le ossa” sul campo.

Hai la visione nitida del percorso e puoi affinare la tecnica.

Gli obiettivi, in sostanza sono una componente essenziale del tuo business plan, perché mantengono il tuo focus attivo sull’obiettivo e sarò grato tutta la vita al mio mentore che mi ha insegnato questi piccoli “trucchetti”.

Un altro aspetto positivo nel frammentare un obiettivo in parti più piccole è che, una volta raggiunto il primo step, sei motivato ad andare avanti a quello successivo e questo è un bene per le tue performance quando lavori, perché non c’è cosa migliore che ricevere continui stimoli ad andare avanti.

Il viaggio diventa, così, più divertente e a volte potrebbe succedere che, così facendo, tu possa raggiungere prima il tuo obiettivo!

Per oggi è tutto , ci vediamo martedì per il prossimo articolo!

Per prenotare la tua consulenza gratuita con me e pianificare insieme il tuo piano d’azione per promuovere la tua attività online, clicca sul bottone che vedi sopra o sotto a questo articolo!

A presto

Pubblicato il Lascia un commento

LA MOTIVAZIONE

#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #motivazione #motivation
#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #motivazione #motivation

Oggi parliamo di MOTIVAZIONE

Ma cos’è?

E’ quella leva che ti spinge a dare il meglio in qualsiasi cosa tu faccia, che sia lavoro, sport o altro!

Ci sono specialisti che hanno costruito una fortuna diventando “motivatori” di professione.

Quando hai un forte “perchè” sei in grado di spostare le montagne, il tuo focus è sul successo di quella cosa che hai deciso di fare, ottenere.

Uno tra i miei film preferiti è “Alla ricerca della felicità” , un film straordinario che parla della vita di un padre che fa fatica a “sbarcare il lunario” e a mantenere suo figlio, con il quale vive.

Nel film l’attore Will Smith (tra l’altro un ottimo speaker motivazionale nella vita reale), riesce a trasmettere al 1000% il concetto di MOTIVAZIONE!

Spesso le persone con un carattere forte dimostrano la loro motivazione proprio nei momenti di maggiore difficoltà della loro vita.

Come dico sempre io “Quando hai toccato il fondo hai due possibilità: rimanere lì ed annegare, oppure risalire in superficie e sopravvivere!” 

Durante questi anni di carriera nel multilevel marketing (uno dei miei business online) ho sentito diverse “storie di successo” di alcuni colleghi, i quali, partendo da zero, sono riusciti a costruirsi un impero!

Ma cosa bisogna fare per far crescere la motivazione in se stessi?

Il primo step è trovare il proprio PERCHE’, ma deve essere veramente profondo!

Non basta dire “voglio più soldi”, ma capire il motivo per il quale li vuoi:

Vuoi far frequentare le migliori scuole a tuo figlio? 

Avere la sicurezza che non ti mancherò nulla in caso di necessità? 

Comprarti una casa al mare o in montagna per andare a rilassarti con la tua famiglia durante le ferie (o nel caso di un online marketer, per andare a lavorare in assoluta tranquillità)?

 

Il secondo step da fare è porsi degli OBIETTIVI a breve, medio e lungo termine. 

Per farlo prendi il GRANDE OBIETTIVO FINALE e suddividilo in parti più piccole e come dico sempre io: “Anche il giro del Mondo inizia con un passo”

L’importante è che tu abbia sempre lo sguardo fisso sul tuo obiettivo finale e non ti faccia distrarre da ciò he ti circonda!

Il terzo step è quello di attrezzarti con tutti gli STRUMENTI per rendere la tua scalata il più facile possibile!

Di questo aspetto ne ho già parlato in un precedente articolo…

Diciamo solo che affrontare un viaggio utilizzando l’ ”l’autopilota” o il “cruise control” non sarebbe male!

Il quarto step è facoltativo.

Nel caso in cui tu senta il bisogno di farlo, scegli un RIFERIMENTO, un modello al quale ispirarsi.

Può essere un tuo collega, un personaggio pubblico importante, un parente…insomma qualcuno che abbia già ottenuto risultati eccelsi in quello che tu vuoi fare!

Il quinto step è leggere LIBRI o guardare VIDEO MOTIVAZIONALI che ti aiutino a “caricarti come una molla”!

Avere qualcuno che ti stimola continuamente è funzionale per lo scopo finale, cioè raggiungere il “grande obiettivo”!

Ci sono anche tantissime frasi motivazionali che puoi trovare sul web dette da sportivi, studiosi, premi nobel…persino cantanti!

Insomma, gli stimoli non mancano al giorno d’oggi!

Il sesto step, anche se potrebbe sembrare scontato, è un dei più fondamentali, è cioè devi metterci ENERGIA!

Se ci pensi, quando fai una cosa con passione, trasmetti alle persone che ti circondano sicurezza, felicità, entusiasmo…

Tutte sensazioni positive che si ripercuotono inevitabilmente sulle tue performance e, quindi, ti MOTIVANO a continuare per la tua strada e a credere in ciò che stai facendo!

Spesso l’approvazione esterna è una fortissima leva motivazionale, per alcuni anche ESSENZIALE!

L’ultimo step, l’ultimo ingrediente per la ricetta perfetta ad aumentare la tua MOTIVAZIONE è la PERSEVERANZA!

Anche qui ti invito, se ancora non lo hai fatto, ha vedere il film “The founder” , che parla di come è nato McDonald’s e di come sia diventato un colosso nel settore della ristorazione.

Anche in questo caso un perfetto esempio di MOTIVAZIONE.

Ci sono tante tecniche che potrei spiegarti per aumentare la tua motivazione, ma non mi basterebbe questo articolo per farlo.

Se ti fermi ad analizzare la parola stessa, puoi interpretarla come un segnale positivo:

MOTIV > AZIONE: COMPIERE UN’AZIONE PER UN MOTIVO, uno scopo.

Come puoi vedere la MOTIVAZIONE è un elemento essenziale se vuoi avere successo nella vita!

Faccio l’esempio della nave che naviga nella notte su un mare in burrasca:

Tu sei l’imbarcazione, il tuo obiettivo è il porto e la motivazione è uno dei fari che può guidarti nel buio verso le acque serene e calme alle porte della città di mare…

Per oggi è tutto, ci vediamo giovedì per il prossimo articolo.

Per ricevere una consulenza gratuita su come avviare un business online partendo da zero, clicca il bottone sopra o sotto questo articolo

Ciao

Pubblicato il Lascia un commento

L’IMPORTANZA DELLA TUA IMMAGINE

#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #successo # success #immagine # image
#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining #successo # success #immagine # image

Quando ti presenti per un appuntamento di lavoro o magari un colloquio l’immagine è decisamente uno degli aspetti più importanti da prendere in considerazione!

Si dice che una persona, al primo incontro, inizia a farsi un’idea di te nei primi cinque secondi in cui ti vede!

Ma cosa si intende per “immagine”?

Beh, la definizione è più profonda di quanto si pensi…non bisogna fermarsi solo all’aspetto esteriore…l’immagine è cio che trasmetti negli occhi e nella testa di chi ti sta guardando, è il tuo bigliettino da visita!

Ho sentito “colleghi” nel settore del marketing online affermare che per loro non è un argomento importante, perché “lavorano da casa e non hanno bisogno di farsi vedere in cam”…

Il ragionamento potrebbe starci, vero?

Invece è SBAGLIATO!

Perché anche il MODO in cui scrivi una e-mail, il testo di un post o un commento trasmette, nelle menti dei lettori, un’immagine di te!

Se ci pensi bene, quante volte hai letto un libro e nella tua testa hai “immaginato” le scene prendere forma, colore e persino movimento?

Vedi, ti ho appena dimostrato che la mente è incredibile,  è capace di trasformare qualcosa di astratto in una immagine (se pur nella testa).

Mi ricordo, quando ho partecipato a dei corsi di motivazione personale, che tra i tanti temi trattati abbiamo parlato anche dell’importanza dell’immagine, soprattutto quando si propone il proprio prodotto o sevizio ad un potenziale cliente!

E’ stato fatto l’esempio del successo…

Sai cosa mi hanno detto?

Che la prima immagine di successo che devi vedere al mattino è la tua allo specchio!

Come puoi trasmettere sicurezza agli altri, se tu in prima persona non credi in TE STESSO?!

Hanno preso poi come esempio il multilevel marketing (uno dei miei business online)…

Questa è un’attività fatta di persone,  che prevede appuntamenti, presentazioni in pubblico (che siano dal vivo oppure online), one to one.

Capisci che l’immagine che trasmetti in questo settore è fondamentale?!

In questo business per avere successo devi ESSERE il successo fatto persona!

Ma come fare a trasmettere tutto questo se sei all’inizio della tua carriera e ancora non hai avuto risultati eclatanti?

Molto semplice, devi guardare i tuoi “colleghi” che hanno sfondato e prenderli come esempio!

Osserva come parlano, come si vestono, come si muovono, quali libri leggono, insomma capire qual’è il loro stile!

Come vedi ci sono tanti “elementi” che formano la tua immagine!

E’ anche una questione di mentalità, non solo di aspetti materiali, perché tu devi pensare come se avessi già raggiunto quel successo che stai tanto cercando!

Non basta andare vestiti in giacca e cravatta agli appuntamenti, c’è altro…per esempio la tua POSTURA.

Quando parli devi essere innanzitutto a tuo agio, secondo essere bene eretto, spalle larghe e testa alta, in modo da trasmettere sicurezza in chi ti osserva!

La STRETTA DI MANO deve essere ben salda, vigorosa…

Questa, per esempio, è una cosa che osservo molto nel mio prospect al primo appuntamento!

La maggior parte delle volte (quasi sempre oserei dire), le persone che mi hanno stretto la mano in maniera molto “morbida” si sono rivelate individui dal carattere pacato, tranquillo, introverso.

Questo non è un male, assolutamente, sono solo “clienti acqua” (come ho scritto in un precedente articolo) e vanno trattati con riguardo, in quanto sono molto sensibili!

Un altro elemento che crea la tua immagine è il LINGUAGGIO DEL CORPO.

Lo sguardo basso, ad esempio, spesso è sintomo di insicurezza in se stessi, perché sembra quasi di avere “paura” del confronto con l’altra persona!

Il contatto visivo deve essere il più costante possibile.

Così come i vari “tic”, come grattarsi il naso o la testa…sembrano cose superflue, ma ti posso assicurare che sono tutti elementi che la persona che hai di fronte nota!

Un altro elemento è il LINGUAGGIO VERBALE.

Il tono con cui parli è fondamentale, così come la velocità, la scansione delle parole e il ritmo della conversazione…tutto deve essere fluido e comprensibile!

Potrei insegnarti, a riguardo, alcune tecniche che potrebbero aiutarti durante gli appuntamenti, ma anche questo farà parte del corso di formazione di ONLINE MARKETING compreso nel pacchetto di avviamento della tua attività!

In conclusione possiamo dire che l’IMMAGINE è un insieme di tanti fattori che può influire sulla buona riuscita o meno di un appuntamento di lavoro o con tuo prospect, quindi i consigli che ti posso dare sono questi:

  • VESTITI COME UNA PERSONA DI SUCCESSO
  • PARLA COME UNA PERSONA DI SUCCESSO
  • PENSA COME UNA PERSONA DI SUCCESSO
  • MUOVITI COME UNA PERSONA DI SUCCESSO

E vedrai che, di riflesso e in maniera del tutto inconscia, TRASMETTERAI L’IMMAGINE DI UNA PERSONA DI SUCCESSO!!!

Per oggi  è tutto, ci vediamo martedì per il prossimo articolo!

Per prenotare una consulenza gratuita con me e scoprire come avviare la tua attività online clicca il bottone sopra o sotto questo articolo.

P.S. quasi dimenticavo…tanti auguri a tutti i papà come me!

Ciao

Pubblicato il Lascia un commento

3 TECNICHE DI VENDITA

#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining
#danieleascenzidigitalentrepreneur #onlinebusiness #marketing #onlinemarketer #onlinemarketingstrategies #digital #mlm #consuling #coachingtips #coachingonline #academy #jumboonlinetraining

A volte molti marketers provengono da settori completamente diversi, magari hanno seguito un percorso di studi differente dalla loro attività…Quindi all’inizio non hanno alcuna esperienza nella vendita di prodotti e servizi.

Si devono affidare all’esperienza sul campo, tentando e persino sbagliando a volte!

Anch’io, all’inizio della mia carriera  come online marketer non avevo determinate skills, ma come ho scritto anche in un precedente articolo: “gli errori sono i migliori maestri”.

Nonostante ogni giorno imparassi una nuova lezione ed affinassi la mia tecnica, avevo capito che mi serviva un aiuto in più, qualcosa che mi potesse facilitare il lavoro sul web.

Aiuto che ho trovato nel mio mentore per quanto riguarda la mia formazione online.

Ho scoperto che ci sono tante tecniche per promuovere prodotti e servizi, talmente tanti elementi da valutare che non basterebbe un solo articolo per spiegarli tutti! 

Quello che vorrei fare è spiegarti 3 tecniche molto efficaci che si posso utilizzare per rendere il tuo approccio verso i tuoi prospect il più efficace possibile!

 

Partiamo da quella che chiamo la tecnica delle 3 E:

Questa è una strategia molto diretta, nella quale in primis presento cosa ho tra le mani, che tipologia di prodotto o servizio offro in sostanza.

La prima E è riferita a ECCO COSA HO 

Dopodiché si passa alla seconda fase, nella quale mi rendo UTILE per il cliente.

Ricorda che devi usare sempre la parola TU quando proponi un prodotto o servizio, perché il cliente deve percepire quale sarebbe il vantaggio per LUI nell’acquistare ciò che proponi.

La seconda E è riferita a ECCO COSA FARO’ PER TE

Infine si conclude spiegando esattamente come ottenere il tuo prodotto o servizio.

Le persone hanno bisogno di essere guidate sempre, devo avere un messaggio chiaro su cosa devono fare!

La terza ed ultima E è riferita a ECCO COME PUOI OTTENERLO

 

La seconda tecnica di vendita viene definita P.A.S.

Qui l’approccio è diverso, perché bisogna partire da un problema, una frustrazione.

Una delle varie leve motivazionali che vengono usate spesso dai miei “colleghi” è il PROBLEMA.

Alcuni affermano che sia addirittura la più potente, perché spinge le persone a compiere un’azione più velocemente, in quanto un problema è scomodo, dà fastidio e lo si vuole risolvere il prima possibile.

Nella fase successiva non si fa altro che AMPLIFICARE il problema, rendendolo ancora più viscerale!

Questa è una strategia fortissima se tu lo hai vissuto per primo, perché riesci a trasmettere meglio il concetto ed a entrare in sintonia con il prospect.

Io, ad esempio, all’inizio della mia carriera nel multilevel marketing ho trovato difficoltà a generare nuovi contatti ai quali proporre i prodotti o l’opportunità di business della mia azienda (PROBLEMA), e questo non faceva altro che farmi stare male, con l’umore basso e la motivazione era sotto le scarpe! 

Mi domandavo, addirittura, se non stessi perdendo tempo e la notte dormivo male, perché la mia mente viaggiava e pensavo a come poter uscire da questa situazione di scomodo (AMPLIFICARE IL PROBLEMA).

Arriva quindi la terza ed ultima fase, cioè quella della SOLUZIONE.

Una volta esposto un problema ed averlo amplificato, ti proponi come la soluzione a quel problema con il tuo prodotto o servizio.

Quindi, ricapitolando, abbiamo:

P: problema

A: amplificazione

S: soluzione

Bisogna fare attenzione ad utilizzare questa strategia, perché se si millanta qualcosa che non esiste, il passaparola negativo ritorna indietro come un boomerang e sei finito sul web.

Il mio consiglio, quindi, è quello di usare questa strategia se hai già risolto uno specifico problema a qualcun altro!

 

La terza ed ultima tecnica di vendita di cui voglio parlarti oggi è la A.I.D.A.

Sì, lo so, questo è un articolo pieno di acronimi, ma ti posso assicurare che sono tutte strategie molto valide!

Ma non perdiamo tempo in chiacchiere e andiamo a vedere di cosa si tratta…

Con questa strategia parti con il catturare l’ATTENZIONE del tuo prospect, magari utilizzando nei tuoi post un’immagine o un video divertente, oppure dei colori sgargianti o ancora delle frasi d’effetto!

Il messaggio deve essere EYE GRABBING (che cattura a colpo d’occhio).

Ci sono tanti strumenti sia gratuiti che a pagamento per creare video avvincenti, oppure immagini particolari, ma non te lo spiegherò in questo articolo, perché sono tutti argomenti che verranno trattati nel corso di ONLINE MARKETING per lanciare la tua attività digitale!

Nella seconda fase della strategia dei suscitare INTERESSE nel prospect: nel caso di un post su Facebook, le prime due/tre righe DEVONO invogliare il lettore a cliccare su “altro” per continuare a leggere e a consumare il contenuto dell’articolo!

Se riesci a non far “scrollare” lo schermo al tuo prospect vuol dire che hai già fatto buona parte del lavoro!

La terza fase è quella del DESIDERIO

Una volta catturata l’attenzione del tuo potenziale cliente ed avergli suscitato interesse, devi rilasciare un contenuto talmente potente da fargli BRAMARE il tuo prodotto o servizio!

La persona deve percepire ciò che hai da offrire come qualcosa di assolutamente essenziale!!!

Si arriva così all’ultima fase della strategia, ovvero l’AZIONE!

Qui è tutto molto semplice, perché ormai hai compiuto il 90% del lavoro.

Il contatto è caldo e non devi far altro che indicargli COSA fare per ottenere il tuo prodotto o servizio!

Devi, quindi, promuovere una CTA (CALL TO ACTION): magari invitando il prospect a cliccare su un link, oppure a fissare una consulenza con te o ancora ad effettuare il pagamento!

Ricapitolando, quindi, abbiamo:

A: attenzione

I: interesse

D: desiderio

A: azione

Bene, per oggi è tutto!

Se desideri scoprire di più sul corso di ONLINE MARKETING, allora clicca il bottone che trovi sopra o sotto a questo articolo e prenota una consulenza gratuita!

Ciao

 

Pubblicato il Lascia un commento

I 4 TIPI DI CLIENTI

Businessonline- marketingonline- clienti - business - online - marketing - mlm -networkmarketing - strategie
Businessonline- marketingonline- clienti - business - online - marketing - mlm -networkmarketing - strategie

Quante volte mi è capitato, durante i miei appuntamenti con dei prospects, di “bruciarmi” il contatto, perché magari ho usato delle parole sbagliate, un atteggiamento poco consono oppure non sono riuscito ad entrare in “sintonia” con il mio interlocutore…

Beh, come dico sempre: “gli errori sono i migliori maestri”.

Per fortuna, durante il mio percorso di formazione personale, ho incontrato dei mentori fantastici, che mi hanno aiutato a migliorare sotto questo aspetto, facendomi togliere alcuni “blocchi” che rendevano difficile la mia performance.

Ti faccio una domanda…

Sarebbe bello per te, ogni volta che hai un appuntamento con un potenziale cliente, capire chi hai di fronte da come si pone, dalle parole che usa, da come stringe la mano e modulare l’appuntamento in funzione di questi parametri, al fine di aumentare la percentuale di “chiusura” di vendita?

Bene! 

Lo sai che il tuo potenziale cliente, durante l’appuntamento (che sia dal vivo oppure online), manda inconsapevolmente alcuni “segnali” che mostrano in maniera quasi del tutto precisa, a quale “tipologia” appartiene?!

Come hai potuto leggere dal titolo, ho suddiviso le categorie di clienti in 4 tipi e per descriverli, ho deciso di usare come riferimento i 4 ELEMENTI.

Ecco le quattro tipologie di clienti:

 

CLIENTE TERRA

Di solito è una persona molto razionale, che ha bisogno di assolute certezze, di tutti i dati per analizzare ogni aspetto del prodotto/servizio che proponete.

Gli piace avere i piedi ben piantanti, appunto, a “TERRA”!

Capisci subito se hai a che fare con questa tipologia di prospect già da come fissi l’appuntamento con lui/lei.

Fornisce molti dettagli, è estremamente preciso con l’orario e, tendenzialmente, si presenta curato.

Stringe la mano velocemente la prima volta e, durante il colloquio, mantiene un tono di voce costante, sta spesso in silenzio, mantiene una postura del corpo abbastanza chiusa, i movimenti del corpo sono pochi e contenuti e chiede continuamente informazioni.

Per questa tipologia di cliente bisogna essere preparati, l’appuntamento dovrebbe durare di più, perché devi rispondere alle molte domande che lui/lei farà e bisogna parlare di NUMERI, risultati e, se lo avete a disposizione, anche di un metodo ben preciso di lavoro, con dei passi da seguire.

 

CLIENTE FUOCO

Di solito è una persona molto energica, mantiene una postura eretta e “fiera”.

Al primo appuntamento ti viene incontro, stringe la mano con fermezza e mantiene il contatto visivo per tutto il tempo.

Durante il colloquio muove continuamente le mani, cerca di prevalere come tono di voce e usa spesso la parola IO!

E’ una persona che viene guidata dal “FUOCO” che brucia dentro.

Con lui/lei bisogna andare diritti al punto, la conversazione deve essere tendenzialmente  breve, si potrebbe essere interdetti e bisogna chiedere spesso la sua opinione!

Bisogna mostrare come i tuoi prodotti o servizi gli conferiscano “potere” e “status” e bisogna essere riassuntivi e trovare il metodo migliore per raggiungere risultati nel minor tempo possibile!

 

CLIENTE ARIA

Come per il cliente FUOCO, anche lui/lei è una persona energica, ma più “entusiasta”.

Al primo appuntamento, infatti, si muove verso di te e ti stringe la mano in maniera vigorosa.

Mentre parla compie ampi gesti con le mani e usa molte espressioni facciali, il tono della voce cambia continuamente e tende ad usare molto lo storytelling, a parlare molto di sé.

E’ una persona che si fa trasportare dal “VENTO” della passione, mostra un buon senso dell’umorismo, ha una postura molto aperta e “rilassata” mentre parla.

Con un cliente ARIA bisogna parlare di innovazione, futuro, bisogna essere amichevoli e divertirsi durante l’appuntamento.

E’ l’esatto opposto del cliente TERRA, perché non guardai numeri e i dati, anzi si potrebber annoiare facilmente e rischi di “bruciartelo” in appuntamento.

Sono persone che decidono in fretta, quindi bisogna essere pronti ad agire all’istante!

L’ultimo tipo è il

 

CLIENTE ACQUA

Fondamentalmente è una persona tranquilla, che si avvicina, al primo appuntamento, lentamente e pone molta attenzione a come stringe la mano.

Tendenzialmente è una persona garbata, che mantiene una postura aperta e rilassata,  non mantiene fisso il contatto visivo e spesso guarda in basso.

Un cliente ACQUA è un buon ascoltatore, ha molto a cuore il prossimo, la famiglia e amici.

E’ una persona che mostra una forte sensibilità e tranquillità, può essere rappresentato come un LAGO dalla superficie piatta.

Durante il colloquio bisogna parlare del sociale, essere gentili e gradevoli, usando dei toni pacati, senza cercare di prevalere.

E’ un cliente che impiega più tempo e, magari, più interazioni prima di prendere una decisione.

Mostra che i tuoi prodotti/servizi sono sicuri e che posso aiutare il prossimo e non bisogna pressare per “chiudere” la trattativa.

Ci sono tanti altri aspetti da valutare durante gli appuntamenti e tante tecniche utili per aiutarti a concludere una trattativa, ma non ne parlerò in questo articolo, perché sarà parte del materiale che tratteremo nel corso di marketing online che abbiamo creato.

Se desideri avere maggiori informazioni su questo progetto o desideri avere una consulenza con noi, non ti resta che cliccare il bottone che trovi sopra o sotto questo articolo e prenotare la tua sessione!

P.S. Ci vediamo martedì per un nuovo articolo dal titolo “3 TECNICHE DI VENDITA”